Benvenuto allo Studio Medico Aloè

Orari d'apertura : Lunedì - Venerdì: 9:00-20:00 / Sabato: 9:00 - 13:00
  Contattaci : 06.164162184

All posts by Studio Medico Aloè

Ecografia ginecologia, l’esame indicato a tutte le età

Condividi su:

Nella prevenzione delle malattie della donna, la diagnostica strumentale con ecografia ginecologica ha una grande importanza: il controllo strumentale ginecologico dovrebbe essere una routine dall’adolescenza all’età adulta, comprendendo tutte le tappe della vita della donna come la gravidanza e la menopausa. Sottoporsi agli esami ginecologici solo in presenza di segnali di allarme, quindi, non è il giusto modo di intendere il concetto di prevenzione.

Ecografia ginecologica, perché svolgerla?

L’ecografia ginecologica ha l’obiettivo di indagare le cause che sottostanno al manifestarsi di alcuni sintomi, quali possono essere per esempio le emorragie mestruali ed i sanguinamenti esterni in periodi diversi dal normale ciclo mestruale, o in presenza di dolori nella zona pelvica (algie pelviche).

Quali patologie indaga l’ecografia ginecologica?

Come sottolineato in precedenza, effettuare l’ecografia ginecologica deve essere un’abitudine che tutte le donne, di qualsiasi età, dovrebbero rispettare. Con gli esami ecografici di routine si possono agevolare in tempo il manifestarsi di sintomi che, se non diagnosticati in tempo, potrebbero evolversi in vere e proprie patologie.

Tra le patologie più frequenti diagnosticabili mediante ecografia, troviamo quelle causate da:

Cisti ovariche: formazioni ricche d’acqua causate da disregolazione ovarica, imputabile, a sua volta, a stress o a problematiche endocrine, che si sviluppano all’interno dell’ovaia.

Fibromi: formazioni solide di muscolo, interno all’utero, ricondotti a sanguinamenti o emorragie mestruali, che alterano la morfologia e le funzioni ovariche.

La salute preziosa delle nostre donne!

PACCHETTO PREVENZIONE CON:
Visita medica e pap test; ecografia transvaginale; supporto ecografico di utero ed ovaie; visita senologica. €120
PRENOTALO ORA ALLO 06.164162184

Patologie in età adolescenziale

Tra le patologie riscontrabili mediante ecografia ginecologia in età adolescenziale, la micropolicistosi ovarica risulta la più diffusa.Tale patologia si presenta con la formazione di piccolissime cisti micro ovariche.

Patologie in età fertile

Nella donna in età fertile desiderosa di gravidanza, con problematiche nel soddisfare tale desiderio, l’eco ginecologica viene utilizzata quando la paziente, dopo 6/12 mesi di tentativi, non rimanere incinta. Da sottolineare che la difficoltà al rimanere incinta è attribuibile a condizioni psicologiche particolari, quali ad esempio stress, mancanza di benessere e serenità.

I casi di mancata gravidanza, causati da problematiche cliniche, potrebbero essere attribuiti a cisti ovariche o polipi della cavità uterina che, data la loro formazione interna la parete interna dell’utero, possono rendere difficoltoso il concepimento.

L’ecografia ginecologica in menopausa

Durante il periodo di menopausa i controlli ecografici sono utili al monitoraggio singolo di diversi organi, per valutare l’effettivo stato di “letargo”: in queta fase della vita dell’organismo femminile, soprattutto le ovaie devono manifestare un reale stato di riposo, smettendo quindi l’ovulazione ed escludendo il rischio di presenza di cisti ovariche.

Obesità e controllo ginecologico

Il controllo ginecologico in presenza di obesità deve essere sempre incoraggiato. L’obesità è caratterizzata da una maggiore produzione ormoni che potrebbero agevolare la formazione di cisti. Proprio in rapporto a questa maggiore produzione ormonale, l’opportunità di svolgere regolarmente esami ecografici è sempre più importante.

Leggi anche: Obesità in Gravidanza

 

Presso lo studio medico Aloè, potrai svolgere gli esami ecografici precisi e attenti, svolti dalla nostra responsabile del reparto di Ginecologia, la Dott.ssa Daniela Romanzi. Sarete accolte e seguite col massimo della professionalità e dell’empatia. Rivolgersi a noi significa infatti affidarsi ad una struttura medica che mette la prevenzione e la cura, come primo obiettivo.

Ci trovi a Roma, in Via dei Gelsi 140, zona Centocelle, a pochi metri da Viale P. Togliatti e Via Prenestina. Per prenotare un esame ginecologico contattaci al: 06.164162184 06.1641625 388.4533161.

 

Condividi su:
Read More

Tieni a cuore la tua salute

Condividi su:

cardiologo roma estCome ogni anno l’appuntamento con la Giornata Mondiale per il Cuore è arrivato. L’iniziativa, nata dalla World Heart Federation, ha lo scopo di aumentare l’attenzione sui rischi cardiaci derivanti dai comportamenti e gli stili di vita che non tengono in considrazione la salute del cuore. Sono proprio gli stili di vita moderni come la scarsa attenzione alimentare, la vita sedentaria, il fumo e l’alcol a risultare tra i comportamenti che aumentano il rischio di contrarre patologie cardiovascolari.

L’attenzione è rivolta anche alla scarsa attenzione che la persona rivolge nei confronti della prevenzione: si è stimato che circa il 38% degli individui a rischio cardiovascolare sia consapevole della loro maggiore esposizione verso malattie cardiache, attuando di conseguenza azioni di prevenzione e controllo costanti. Una percentuale però ancora troppo bassa per abbassare l’asticella dell’allarme segnalato dall’OMS e testimoniato dalla percentuale altissima di decessi dovuta a malattie cardiache in Italia ed in altri Paesi: si è constatato che il 44% dei decessi nel nostro Paese sia dovuto a malattie legate alla salute del cuore.

L’iniziativa della World Heart Federation, in Italia coordinata dall’Associazione Fondazione Italiana per il Cuore, non è la sola. Lo stesso OMS, già dal 2011, ha puntato molte risorse per raggiungere la riduzione del 25% dell’incidenza dei decessi dovuti a malattie non trasmissibili, guardando il 2025 come traguardo, il cosiddetto “25by25” goal.

Aloè è da sempre al fianco della prevenzione, è una delle cose in cui più crediamo e che vogliamo far vivere a tutti i nostri assistiti. Un impegno che prende consistenza con il nostro pacchetto per la prevenzione cuore.

La salute preziosa del cuore!
PACCHETTO PREVENZIONE CON:
VISITA+ECOCARDIOGRAMMA+ELETTROCARDIOGRAMMA €130
PRENOTALO ORA ALLO 06.164162184

Lo Studio Medico Aloè, mette a tua disposizione i migliori strumenti diagnostici per fornire esami precisi ed attenti, svolto da personale medico scelto tra le migliori figure medico sanitarie presenti sul territorio. Ci trovi a Roma, in Via dei Gelsi 140, zona Centocelle, facilmente raggiungibile dalle principali vie di Roma est come prenestina, collatina e Togliatti. Per maggiori informazioni o prenotare una visita cardiologica contattaci telefonicamente al numero: 06.164162184, o inviaci un email a: studiomedicoaloe@gmail.com.

Condividi su:
Read More

Controllo dei nei: quando svolgerlo e in che età

Condividi su:

I nevi, nel linguaggio comune e meno ampio del termine “nei”, sono una manifestazione cutanea presente in forma maggiore o minore in tutti gli individui di tutte le età: si stima infatti che in media siano presenti sulla superficie cutanea dai 20 ai 30 nevi in soggetti adulti, di cui l’1% è rappresentato da nei “congeniti” ovvero presenti fin dalla nascita. Rassicuriamo quindi tutti i genitori dicendo che la comparsa di nuovi nei durante i primi anni di vita è del tutto normale, senza però tralasciare però il controllo e la valutazione dei nei già presenti e quelli dalla forma atipica, di cui parleremo in seguito. Ricordiamo inoltre che tra i fattori di rischio figurano il fototipo cutaneo e la familiarità con il melanoma.

I nei congeniti più a rischio sono i nevi “giganti”, ovvero quelli di dimensioni superiori ai 20 cm di diametro: la dilatazione dei nei durante la crescita è fisiologico, in quanto il neo segue il naturale processo biologico di espansione della pelle che avviene durante lo sviluppo dell’individuo, pertanto l’“atipicità” del neo deve essere valutata dal medico dermatologo. Il periodo in cui si dovrà avere più attenzione ai nei è quello della pubertà, durante questi anni infatti è più opportuno svolgere controlli e mappature dei nei.

Come controllare i nei?

Regola ABCDE

Per una valutazione “casalinga” si dovranno osservare diversi fattori, secondo la regola ABCDE. Ovvero:

  • Asimmetria
  • Bordi irregolari
  • Colore non omogeneo
  • Dimensioni
  • Evoluzione

Con questa regola si potrà monitorare in modo autonomo lo stato dei nei, soprattutto quelli presenti in età adulta.

Epiluminescenza

L’esame più utile per la prevenzione ed il controllo dello stato di salute dei nei è l’epiluminescenza. Con questo tipo di esame, svolto mediante dermatoscopia, si potrà valutare più in profondità i nei grazie ad immagini cliniche utili alla creazione della mappa dei nei.

La mappa dei nei infatti offre un importante strumento per la valutazione nel tempo dei nei, per constatarne cambiamenti o nuove manifestazioni. In età adulta infatti tale controllo dovrebbe essere svolta una volta l’anno, in maniera tale da avere costantemente monitorata la salute dei propri nevi e della propria pelle.

Il controllo dei nei mediante mappatura deve essere un’abitudine che ogni individuo deve tenere in considerazione: la presenza di nuove macchie, che all’apparenza possono sembrare nuovi nevi, in realtà può nascondere altri tipi di lesioni, come ad esempio melanomi.

 

Lo Studio Medico Aloè, mette a tua disposizione i migliori strumenti diagnostici per fornire esami precisi ed attenti, svolto da personale medico scelto tra le migliori figure medico sanitarie presenti sul territorio. Ci trovi a Roma, in Via dei Gelsi 140, zona Centocelle, facilmente raggiungibile dalle principali vie di Roma est come prenestina, collatina e Togliatti. Per maggiori informazioni o prenotare una visita dermatologica per il controllo dei nei contattaci telefonicamente al numero: 06.164162184, o inviaci un email a: studiomedicoaloe@gmail.com.

 

 

Controllo dei nei: quando svolgerlo e in che età
Studio Medico Aloè – Mappatura dei Nei

Condividi su:
Read More

Pedane vibranti ed esercizio fisico per il trattamento chinesiologico dell’osteoporosi post-menopausa

Condividi su:

L’impiego integrato delle pedane vibranti, nella prevenzione dell’osteoporosi, assume un ruolo importante in quanto salvaguarda la massa ossea, consentendone la conservazione in termini fisiologici. Vari studi sulla perdita di massa ossea hanno messo in correlazione la dose somministrata di vibrazioni e la risposta del tessuto osseo in un campione di donne in post-menopausa.

I risultati sono stati sorprendenti: si è riscontrata una diminuzione di perdita di massa ossea nei soggetti-campione del 34,6% a seguito di applicazione di protocolli specifici che integravano le vibrazioni meccaniche con l’esercizio fisico adattato. Meno evidenti, ma non scoraggianti circa l’utilità della metodica, sono stati invece i risultati ottenuti dall’applicazione esclusiva delle vibrazioni meccaniche: sono stati registrati miglioramenti nella densità minerale del collo femorale 4,3%, ed è migliorato l’equilibrio posturale corporeo del 29%. E’ necessario tenere in considerazione il fatto che le pedane vibranti debbano essere impiegate somministrando le vibrazioni meccaniche ad intensità compatibili con le condizioni del soggetto, evitando elevate frequenze nelle persone che presentano seri rischi di fratture.

Infine, in un ambito di prevenzione e trattamento globale dell’osteoporosi in post-menopausa, risulta fondamentale il potenziamento della muscolatura del “core”, condizione irrinunciabile per il mantenimento di una postura corretta e garanzia di un’ottimale stabilità del rachide. Anche in questa circostanza è importante la somministrazione di un’attività fisica adattata al soggetto e, soprattutto, orientata alla patologia (osteoporosi) al fine di evitare stress eccessivi a livello vertebrale con l’inevitabile conseguenza, nei soggetti con estrema fragilità ossea, di una frattura.

È possibile adattare a donne con l’osteoporosi vari protocolli di esercizi fisici per il rafforzamento della muscolatura del “core”, eseguendo con cautela contrazioni isometriche (non massimali) della muscolatura dorsale e avendo cura che la colonna vertebrale sia allineata nella posizione fisiologica; semiflessioni (le flessioni complete costituiscono uno stress eccessivo per i corpi vertebrali) dell’anca con la persona sdraiata in terra; movimenti di basculamento del bacino (antiversione e retroversione) ed esercizi di ginnastica respiratoria con particolare attenzione all’espirazione forzata. Alla luce di quanto esposto, risultano dunque molteplici le strategie di trattamento e, soprattutto, di prevenzione dell’osteoporosi in post-menopausa di stretta pertinenza del Chinesiologo, attraverso le quali si può intervenire sulla problematica. È necessario però, nell’ambito di un intervento terapeutico integrato, che ci si affidi esclusivamente a personale specializzato nelle attività motorie preventive ed adattate per la somministrazione dei protocolli di esercizi fisici.

LUCA DI MARCO
Laureato in Attività Motoria Fisica Adattata

Presso il nostro centro, operatori sportivi specializzati in Medical Fitness ti seguiranno con programmi personalizzati. L’impegno del nostro centro è rivolto a garantire alla persona seguita benessere fisico, per ritrovare armonia con il proprio corpo.

Ci trovi a Roma, in Via dei Gelsi 140, zona Centocelle. Ti aspettiamo!

Condividi su:
Read More