Benvenuto allo Studio Medico Aloè

Orari d'apertura : Lunedì - Venerdì: 9:00-20:00 / Sabato: 9:00 - 13:00
  Contattaci : 06.164162184

Da domani dico che da domani sono a dieta

Condividi su:

Chi non ha mai promesso solennemente a sé stesso ” da domani sono a dieta” oppure “ da Lunedì comincio la dieta ”?

Classica esclamazione di chi avrebbe abbandonato le cattive abitudini per gettarsi a capofitto in un’alimentazione sana ed equilibrata.
Ma quanti, però, riescono a mantenere fede ai buoni propositi ?
Eppure, riuscire a perdere peso stabilmente non è impossibile e pochi, piccoli trucchi possono fare la differenza nella dieta e nella “tenuta” dei risultati nel tempo.

Approfondiamo …da domani sono a dieta veramente?

Alla base del problema “chili in eccesso” c’è – innanzitutto – un quotidiano mangiare scriteriato, nemico per eccellenza della linea e della salute. Questo accade perché l’ambiente, le abitudini e le circostanze intorno a noi ci condizionano. La disposizione dei cibi in cucina o sugli scaffali del supermercato oppure un semplice pomeriggio di relax davanti alla TV costituiscono un chiaro attacco al girovita.
Come fare? Noi vi aiutiamo!

Ecco di seguito riportati alcuni consigli utili per la vostra scalata verso il peso forma!

Evitare diete “Strane”

Le diete a basso consumo calorico non sono una soluzione salutare per perdere peso, essendo loro stesse causa di stress e non garantendo il giusto apporto di nutrienti di cui si ha bisogno . Per questo motivo, dopo diete di questo genere, il corpo “freme” per recuperare il peso perso ed accumulare alcune riserve.
Vi consigliamo, perciò, di consumare le calorie necessarie , ma anche di migliorare la scelta degli alimenti che mangiate e di aumentare l’attività fisica.

Evitare diete ad alto consumo di proteine

Nemmeno le diete che si basano su grandi quantità di proteine sono salutari.
Nonostante aiutino a perdere peso in un lasso di tempo piuttosto breve, il corpo si sente in dovere di sforzarsi eccessivamente, gravando principalmente sul fegato e sui reni rischiando di danneggiarli.
Le proteine devono sì essere parte integrante della dieta ma il loro consumo va equilibrato a quello della verdura, della frutta e dei carboidrati.

Masticare bene

Si tratta di un aspetto fondamentale affinché la digestione del cibo avvenga in maniera corretta. Allo stesso tempo, una corretta masticazione aumenta anche la  sensazione di sazietà con una minore quantità di cibo, in quanto il senso di appetito dura all’incirca 20 minuti a partire dall’inizio del pasto.

Fare attenzione a combinare gli alimenti

Gli alimenti non fanno ingrassare. Bisogna sapere, però, equilibrarli e combinarli correttamente tra loro. Nell’arco di uno stesso pasto è consigliabile, quindi, non assumere troppe categorie di alimenti diverse.

Un pasto normale dovrebbe avere solo un alimento che contenga le seguenti tipologie:

  • Proteine: carne, pesce, uova, legumi;
  • Carboidrati: pasta, riso, patate, pane, ecc.;
  • Vegetali: verdura, insalata, ecc.

Scegliere alimenti che danno una sensazione di maggiore sazietà

Gli alimenti che saziano di più sono ideali per chi è abituato a mangiare molto ed è afflitto dalla paura di patire la fame.
In questo caso potete unire della frutta ad un po’ d’acqua ed ecco che il frullato diventa un ottimo avversario al senso di fame.
Optate, poi, per cibi integrali (pane, riso, pasta, ecc.) che saziano di più e sono nutrienti.

Bere liquidi

Molto spesso mangiamo quando, invece, il nostro corpo ha sete.
Inoltre, bere acqua aiuta ad eliminare le tossine che si accumulano nell’organismo.
La cosa importante è che l’acqua sia tiepida, non bevetela troppo fredda perché può raffreddare l’apparato digerente e quindi ostacolare la digestione degli alimenti.

L’ideale è bere dai 6 agli 8 bicchieri d’acqua tra un pasto e l’altro, ma potete anche optare per gli infusi.Il tè verde o il tè rosso, ad esempio, aiutano ad eliminare i liquidi in eccesso dall’organismo e anche a bruciare depositi di grassi. Potete, quindi, preparare un litro di tè al giorno, da bere durante l’arco della giornata.

RICORDARSI CHE:

  • Bisogna evitare i dolci o i dessert al termine del pasto. I frutti meno digestivi sono gli agrumi, l’anguria, il melone perché –piuttosto che migliorare la digestione- fermentano e possono causare gonfiore e gas intestinali.

 

 

Da domani dico che da domani sono a dieta
Studio Medico Aloè

Condividi su: