Benvenuto allo Studio Medico Aloè

Orari d'apertura : Lunedì - Venerdì: 9:00-20:00 / Sabato: 9:00 - 13:00
  Contattaci : 06.164162184

All posts by Studio Medico Aloè

La cura moderna del diabete

Condividi su:

Il diabete mellito

Il diabete mellito è una patologia causata da alterazioni metaboliche; quest’ultime sono strettamente collegate a predisposizione genetica e soprattutto allo stile di vita. Uno stile di vita scorretto è definito da alimentazione scorretta (ipercalorica e ricca di grassi) e sedentarietà. Il diabete mellito fa parte di quelle patologie legate a disturbi metabolici, caratterizzato da iperglicemia plasmatica dovuto a deficit della secrezione ormonale (diabete mellito tipo 1) o insensibilità all’azione dell’insulina (diabete mellito tipo 2).

Diabete mellito tipo 1: è una malattia neurodegenerativa cronica che causa apoptosi delle cellule β del pancreas a causa di fenomeni autoimmunitari. Nel dettaglio gli anticorpi colpiscono le β-cellule, in questo modo si perde progressivamente la capacità di sintesi di insulina, così facendo il glucosio si accumula a livello ematico causando iperglicemia. Assenza di insulina in circolo.

Diabete mellito tipo 2: condizione di insulino-resistenza, l’insulina prodotta non è efficace, si presenta iperglicemia anche in questo caso, ma l’insulina in circolo risulta molto elevata. Fattori di rischio del diabete tipo 2 sono la sedentarietà , l’alimentazione scorretta e soprattutto l’obesità.

La sedentarietà

Non è una condizione di normalità (ANTIFISIOLOGICO), è un effetto delle tecnologie innovative, legato alla noia e alla fatica. Dati O.M.S  hanno quantificato 2 milioni di morti l’anno legati alla sedentarità, questa infatti risulta essere la 4° causa di morte al mondo; induce per il 10-16% cancro al colon e mammelle, per il 22% cardiopatie e per il 20% diabete.
Come contrastare la comparsa del diabete mellito di tipo 2?

  • Dieta equilibrata
  • Attività motoria specifica
  •  Stile di vita corretto
  •  Training metabolico

Attraverso l’esercizio fisico si è in grado di allenare non solo il sistema muscolo-scheletrico, ma soprattutto il metabolismo. Si è in grado di rendere più efficace l’azione di enzimi i quali migliorano lo stato di salute. L’esercizio fisico assume il ruolo di induttore di vie biochimiche preferenziali, volte a modificare l’utilizzo di substrati rendendo così predominante una via metabolica rispetto ad un’altra.

Il Training metabolico è un modello di trattamento interdisciplinare di interazione tra conoscenze:

  • Endocrine-metaboliche
  • Nutrizionali
  • Metodologia dell’allenamento

L’obiettivo di tale modello di trattamento è quello di prevenire la comparsa del diabete tipo 2, ritardarne la comparsa e li dove sia già presente migliorarne la comparsa.

Gli ormoni coinvolti

Per comprendere al meglio cosa si intende per diabete analizziamo gli ormoni coinvolti in tale alterazione metabolica.
Il pancreas è una ghiandola impari, si trova sotto il diaframma; è costituito da una testa, un corpo e una coda.
È suddiviso in due porzioni :

  • Esocrina: dedito alla produzione di enzimi digestivi
  • Endocrina: isole di Langerhans, produzione di ormoni che regolano il metabolismo di zuccheri, grassi e proteine.

Gli ormoni prodotti sono:

  • Insulina
  • Glucagone
  • Somatostatine
  • Polipeptidi pancreatici

Nel dettaglio ci soffermeremo ad analizzare due ormoni in particolare, l’insulina e il glucagone.

L’insulina: Ormone preteico, prodotto dalle cellule β del pancreas. Regola il metabolismo dei carboidrati, dei lipidi e delle proteine. Ha azione ipoglicemizzante, secrezione basale durante il giorno con picchi post-prandiali.

Il glucagone: Ormone proteico, prodotto dalle cellule α del pancreas. Ha azione iperglicemizzante, secrezione con picchi a digiuno.

Cattive abitudini alimentari, obesità e Diabete

Data l’influenza dell’obesità e delle cattive abitudini alimentari tratteremo meglio nel dettaglio il diabete mellito tipo 2, studi recenti hanno dimostrato come l’attvità fisica associata ad una dieta equilibrata risulti essere un vero e proprio farmaco, in grado di ridurre l’esordio del diabete e rallentarne la sua progressione.

I fattori determinanti il diabete tipo 2 sono:

  • Familiarità
  • Adiposità viscerale
  • Misure circonferenza addominale
  • Glicemia a digiuno ( >126 mg/dl)
  • Valutazione emoglobina glicosilata

La gravità del diabete tipo 2 è fortemente associata alle complicanze d’organo che tale patologia causa. Spesso infatti quando questa viene diagnosticata le complicanze sono già presenti; si tratta di microangiopatie (retinopatie, reni, nervi) e macroangiopatie ( cuore, ictus, piedi).

 

Quali sono gli effetti dell’attività motoria su sogg. con diabete mellito tipo 2?

La singola seduta di allenamento aumenta la sensibilità all’insulina, inducendo un miglior utilizzo del glucosio. Il miglioramento metabolico si verifica già dopo 1 settimana dall’inizio dell’allenamento, ma scompare entro 7 giorni se non continuato l’attività motoria. Soggetti con diabete in esordio possono evitare di prendere farmaci se migliorano il loro stile di vita.

L’attività consigliata è di tipo intervallata, ovvero alternare 30 minuti di attività aerobica a 30 minuti di attività anaerobica. Un’attività motoria costante e specifica associata ad una dieta equilibrata vi permetterà di ridurre l’utilizzo di farmaci, quali la metformina, in quanto diverrà l’attività fisica stessa il farmaco principale.

L’attività aerobica garantisce:

  • aumento della sensibilità all’insulina
  • prevenzione delle malattie cardiovascolari
  • riduce i livelli di trigliceridi VLDL
  • aumenta il colesterolo”buono”HDL
  • riduce il colesterolo”cattivo” LDL
  • riduce i livelli di pressione arteriosa in modo rilevante nei pazienti con iperinsulinemia
  • favorisce la perdita di peso
  • aumentato flusso ematico ai tessuti insulino sensibili
  • maggiore proporzione di fibre muscolari di tipo Iche sono più sensibili all’azione dell’insulina rispetto alle fibre di tipo II
  • riduzione del grasso totale ed in particolare di quello addominale “insulino-resistente”
  • aumento dell’azione postrecettoriale dell’insulina (aumento di glut4 nel muscolo e della sua traslocazione alla superficie cellulare).

L’attività anaerobica invece garantisce la sintesi di alcuni ormoni quali il testosterone e il GH che permetterà di ossidare gli AC. Grassi che con l’attività aerobica sono stati liberati.

Vuoi conoscere la nostra Personal Trainer Maria Farina?
Chiama subito lo 06.164162184 o lo 06.164162574

 388.4533161

o inviaci una email a: studiomedicoaloe@gmail.com

Lo Studio Medico Aloè si trova a Roma in Via dei Gelsi 140, nella zona Centocelle, comodamente raggiungibile dalle zone di Roma est: Prenestino, Collatino, Torre Maura, Alessandrino; e mediante metro C (fermata “Mirti”).

 Aloè, la sicurezza di uno studio medico!

Condividi su:
Read More

La fattispecie della bradicardia e le sue caratteristiche

Condividi su:

Quali sono le specifiche della bradicardia

La bradicardia è una condizione che riguarda un battito cardiaco mediamente inferiore rispetto allo standard di riferimento abituale. Essa può avere un’origine patologica oppure essere considerata una condizione normale. Come definizione di paziente adulto bradicardico si associa normalmente il suo battito cardiaco ad una frequenza sottostante i 60 battiti al minuto. Per quanto riguarda invece l’età infantile vanno fatte delle distinzioni in base a delle precise tabelle. Per gli adulti vi sono tre fasce divise dal numero di battiti al minuto in cui si può individuare se la bradicardia sia lieve, moderata o grave.

bradicardia roma

Ad ogni modo, anche una bradicardia grave e quindi con meno di 40 battiti al minuto, non deve essere per forza associata ad una patologia. Basti ricordare molti campioni e personaggi sportivi i quali non hanno malfunzionamenti cardiaci derivanti da basse frequenze di pulsazioni cardiache.

Al contrario, la bradicardia diviene patologica nel momento in cui comporta un basso flusso sanguigno rispetto alle necessità vitali della persona.

In base alle cause che la provocano si riscontrano tre tipi di bradicardia: il tipo miogeno, il tipo neurogeno e il tipo chimico. La prima riguarda complicazioni relative al miocardio, la seconda è dovuta a delle lesioni del sistema nervoso centrale e la terza è generata dall’assunzione di farmaci betabloccanti o antiaritmici, sostanze di vario tipo e anche da stupefacenti. Ecco le cause principali:

  • Apnea notturna: gli stati che caratterizzano l’apnea notturna possono provocare sia la tachicardia che la bradicardia
  • Difetto del sistema di conduzione del cuore: quando i segnali elettrici che regolano la contrazione del cuore si bloccano totalmente o parzialmente si crea il blocco atrioventricolare che ha come conseguenza la bradicardia
  • Cardiopatie congenite
  • Emocromatosi: depositi eccessivi di ferro anche nel miocardio
  • Farmaci e sostanze stupefacenti
  • Ictus e tumori cerebrali
  • Infarto del miocardio
  • Ipotiroidismo: ridotta funzionalità della tiroide
  • Ipertensione endocranica: eccessivo aumento della pressione nella scatola cranica
  • Iperbilirubinemia: Eccessivi livelli di bilirubina
  • Iperpotassiemia: eccessiva concentrazione di potassio nel sangue
  • Miocardite: processo infiammatorio che riguarda il miocardio

I segni, i sintomi e le terapie per la Bradicardia

Ecco i segnali e sintomi di una bradicardia patologica:

  • Estrema stanchezza fisica
  • Astenia
  • Dispnea
  • Scompensi cardiaci
  • Vertigini
  • Sincope e pre-sincope
  • Turbe neurologiche cognitive

Per effettuare una diagnosi della bradicardia si può ricorrere all’esame elettrocardiografico. Inoltre, si può eseguire il tilt test secondo un’accurata prassi diagnostica. Spesso viene consigliato al paziente di venir monitorato per periodi medio lunghi con gli appositi strumenti rilevatori portatili e indossabili. Infine, sempre al fine di accertare al meglio la patologia, vengono consigliati opportuni esami del sangue.

Qualora venga accertato che la bradicardia sia di tipo fisiologico e in questo caso viene chiamata anche cardiologo cento celle roma, bradicardia romabradicardia dell’atleta, non vi è alcuna necessità di intervento. Mentre nel caso in cui si tratti di una bradicardia patologica si deve presto apportare le dovute cure in base al preciso motivo sottostante il presentarsi di questo fenomeno. Presso lo Studio Medico Aloè di Roma vi sono tutte le strumentazioni più adatte per evidenziare tali problematiche e procedere con i cardiologi del centro medico alle corrette prestazioni cliniche e professionali al fine di porre il paziente bradicardico nelle migliori condizioni di salute possibili. L’equipe medica presente allo Studio lavora di concerto sulla base delle migliori conoscenze scientifiche e con gli ultimi ritrovati tecnologici a supporto di una sempre migliore gestione dei casi clinici.

Per prenotare una visita cardiologica presso lo studio medico Aloè puoi contattarci ai numeri: 06.16416218406.164162574  388.4533161 o prenotare direttamente la visita cardiologica tramite il nostro sito.

Lo Studio Medico Aloè si trova a Roma, in Via dei Gelsi 140, zona Centocelle, facilmente raggiungibile dalle zone limitrofe di Roma est: Prenestino, Alessandrino, Torre Maura e Collatino.

Condividi su:
Read More

Paresi facciale e intervento chirurgico con i fili di trazione

Condividi su:

paresi facciale roma, paresi al volto roma, rimedi e terapie paresi facciale roma, terapie paresi facciale roma

Come intervenire sulla paralisi facciale mediante un intervento non invasivo

La paresi facciale è causata per definizione da una lesione del neurone periferico che può avvenire in qualsiasi punto del suo tragitto, a partire dal nucleo fino alla sua giunzione neuromuscolare.

Essa può essere totale o parziale, ovvero interessare un solo emilato o tutto il volto e in alcuni casi può riguardare anche lo stesso emilato dove è avvenuta la lesione del nervo. Il segnale più evidente di tale problema è il segno di Bell, cioè un difetto evidente per quanto riguarda l’occlusione dell’occhio.

Il nervo facciale non ha origine presso il midollo spinale, bensì direttamente dall’encefalo e si tratta di un nervo quasi esclusivamente motorio.

L’impatto sull’individuo affetto da paresi facciale è fortemente emotiva e psicologica, in quanto per una paresi facciale romapersona, vedersi impossibilitata a porre rimedio alla deformazione facciale che viene a crearsi in seguito a questo problema, è senza dubbio snervante e crea dei forti disturbi nell’autostima e sulla personalità, in quanto si genera un pesante senso di impotenza nel non riuscire a contrarre in maniera autonoma la muscolatura.

Oltre a questo, la mimica facciale è notoriamente legata all’espressione di sentimenti e comunicazioni in generali, in più la persona affetta da paralisi facciale ha serie difficoltà anche ad esprimersi a parole e non riesce più a scandire le frasi. Quindi, maggiore è la necessità per tale paziente di manifestarsi in pubblico, più è grave la conseguenza in merito alla sua reazione psicologica. Va anche detto che può risultare difficoltoso anche masticare il cibo, rendendo difficile anche un gesto semplice come mangiare.

Le cause principali della paresi facciale posso essere cinque:

  • Freddo
  • Infiammazione: infezioni virali
  • Infezione: otite cronica
  • Traumi: fratture e neurinoma
  • Altre cause come tubercolosi, AIDS, diabete, ecc.

 

Risulta quindi necessario sottoporre il paziente ad una serie di test al fine di individuare la causa del fenomeno e definire anche il tipo di paralisi che è insorta e il suo momento specifico.

Qualora nei 25 giorni susseguenti a tale manifestazione non vi fosse un naturale ripristino delle attività del nervo facciale, è molto probabile che ci saranno delle anomalie nel recupero delle sue funzioni. Va però ricordato come il nervo facciale abbia l’attitudine e la predisposizione a recuperare nel tempo e si possono annoverare casi di guarigione anche a distanza di quattro anni dall’insorgere del problema.

L’intervento chirurgico di applicazione dei fili di trazione come rimedio alla paresi facciale

Presso lo Studio Medico Aloè di Roma è disponibile una recente nuova tecnica di intervento chirurgico urgo paresi facciale romamirante a ripristinare la funzione motoria del nervo facciale in quei pazienti affetti da paresi.

Gli specialisti dello Studio romano sono perfettamente in grado di stabilire e applicare tale disciplina, che deriva dalla chirurgia estetica, in modo da porre rimedio e dare sollievo a quei casi di paralisi facciale in cui si possa intervenire in maniera sicura e certa.

paresi facciale chirurgo roma

Dott. Filippo Marini Balestra – Chirurgo Maxillo Facciale

 

Questa nuova tipologia di interventi è innanzi tutto non invasiva e può essere svolta in day hospital e consiste nell’applicazione di fili di trazione o sospensione che procurano il ristabilimento delle figura del viso laddove la paresi facciale ha comportato un decadimento verso il basso dei tessuti come per le sopracciglia, le palpebre, la guancia e la bocca. Si ottiene quindi una nuova condizione di simmetria estetica, anche se in modalità statica. L’operazione si svolge con un’unica incisione di due centimetri all’altezza del cuoio capelluto, sufficiente a far passare gli aghi guida per via sottocutanea e tramite una semplice anestesia locale che permette un immediato recupero.

Questa particolare operazione risulta molto adatta a persone anziane, per le quali di norma è preferibile evitare altri tipi di intervento molto più invasivi e debilitanti. Infatti, l’alternativa, spesso scelta dai giovani, è basata su una lunga e complessa operazione demolitiva che comporta una serie di attenzioni e tempi di recupero difficili da sostenere.

Il reparto di Chirurgia dello Studio Medico Aloè di Roma è condotto dal Medico Chirurgo Dott. Filippo Marini Balestra, Chirurgo Maxillo Facciale con più di 2000 interventi in 15 anni di esperienza.

Lo Studio Medico Aloè si trova a Roma, nel quartiere Centocelle in Via dei Gelsi 140, ed è il punto di riferimento per le zone del Prenestino, Collatino, Alessandrino, Torre Maura e tutto il distretto di Roma Est.

Per prenotare una PRIMA VISITA GRATUITA puoi contattarci al numero: 06.16416218406.164162574  388.4533161 o inviarci una emai a: studiomedicoaloe@gmail.com.

Aloè, la sicurezza di uno studio medico!

Condividi su:
Read More

La Menopausa e i benefici delle cure

Condividi su:

Affrontare la menopausa con tranquillità e sicurezza

Intorno ai 45 e 50 anni di età, nelle donne inizia il periodo della menopausa che coincide con l’evento fisiologico della fine del ciclo mestruale e dell’età fertile. In questa fase termina l’attività ovarica e quindi le ovaie non producono più follicoli ed estrogeni.
Contemporaneamente si viene a creare un periodo di forte mutamento nella donna che riguarda tanti aspetti che possono variare fra soggetto e soggetto con relativa differenziazione dei tipici sintomi della menopausa.

Per poter affrontare al meglio questo importante accadimento che caratterizza la vita della donna è bene rivolgersi a degli specialisti della menopausa come quelli presenti e attivi allo Studio Medico Aloè di Roma.

Potrebbe interessarti: L’importanza del Ginecologo in menopausa

Si può prendere un appuntamento già ai primi accenni di premenopausa, un periodo di inizio di variazioni nel ciclo e nella produzione di ormoni riscontrabile nei 30 mesi antecedenti la menopausa vera e propria. Gli aspetti che il medico può valutare sono complessivi e riguardano naturalmente quelli legati al quadro mestruale, ma anche a tutti quelli di tipo psicologico, come ansia, irritabilità e nervosismo. Di pari passo, l’invecchiamento neurologico comporta diminuzione di capacità di memoria e concentrazione e si ravvisa frequentemente un inevitabile aumento del peso della persona.

Un altro elemento che è altamente presente come sintomo sono le vampate di calore, che comportano improvvisi aumenti di temperatura corporea e relativa sudorazione in circa il 70% dei casi. Spesso questi episodi comportano difficoltà a prendere sonno di notte, inoltre tali disturbi sono accompagnati da frequenti problemi di insonnia e sonno agitato.
La diminuzione degli ormoni comporta, in media nel 50% dei casi, una tendenza alla depressione che deve essere supervisionata dall’inizio in modo che non diventi cronica e non si protragga nel tempo.
Un’altra conseguenza della menopausa riguarda l’epidermide, con un aumento delle rughe, pelle disidratata e fenomeni di prurito.
Il calo del desiderio sessuale può essere un problema accompagnato da difficoltà relative all’atto sessuale che può comportare l’insorgenza di dolore vaginale.

La post menopausa può causare l’osteoporosi, quindi una riduzione della densità ossea e un maggior rischio di esposizione alle fratture anche per traumi di piccola entità.
Le conseguenze della menopausa, come l’aumento di peso, il fattore età, la diminuzione degli estrogeni possono aumentare sensibilmente i rischi di malattie cardiovascolari per le quali c’è bisogno di una regolare supervisione dello stato di salute generale.

La salute preziosa delle nostre donne!

PACCHETTO PREVENZIONE CON:
Visita medica e pap test; ecografia transvaginale; supporto ecografico di utero ed ovaie; visita senologica. €120
PRENOTALO ORA ALLO 06.164162184

Le diagnosi e le terapie per la menopausa

Presso lo Studio Medico Aloè è possibile sottoporsi ai dovuti controlli e alla formulazione di diagnosi e terapie per il migliore approccio alla menopausa.
È utile fare un primo controllo a sei o dodici mesi dall’ultima mestruazione e allo stesso tempo è consigliato uno screening dell’osteoporosi.

Allo stesso tempo, il medico specialista, si occuperà della analisi di manifestazioni simili alla menopausa dovute a cause concorrenti come la disfunzione della tiroide, la sindrome dell’ovaio policistico, il carcinoma dell’utero e i disturbi della ghiandola pituitaria.
Occorre un adeguato e pronto controllo delle attività della valvola mitrale e le funzioni cardiache in generale, in quanto è statisticamente accertato come il tasso di mortalità nelle donne in menopausa o più precisamente fra i 40 e i 59 anni, sia più che doppia rispetto agli uomini della stessa età.Gli specialisti dello Studio Medico Aloè possono fornire tutta una serie di cure e rimedi ai sintomi della menopausa, indicando le soluzioni migliori e più adeguate al singolo caso. Per le vampate di calore si possono somministrare principi attivi atti a ridurne gli effetti.

In caso di tendenza all’obesità, i medici sanno dove e come intervenire sia nello stile di vita che in quello alimentare per ridurre i rischi e limitare l’aumento di peso fisiologico dovuto alla menopausa.
Per i disturbi del sonno sono a disposizione preziose e utili indicazioni, nonché dei trattamenti farmacologici adeguati ed efficaci.
La prevenzione dell’osteoporosi è la scelta migliore in termini di cura ed essa può essere affrontata con cambi di abitudini, alimenti dedicati e somministrazione di varie posologie di elementi fra loro alternativi e dalla medesima efficacia.

Lo Studio Medico Aloè si trova a Roma, in Via dei Gelsi 140 in zona Centocelle, facilmente raggiungibile dalle zone di Roma est quali: prenestina, collatina, torre maura e alessandrino.

Per maggiori informazioni o richiesta di appuntamento potete contattarci ai numeri: 06.16416218406.164162574  388.4533161

.

Condividi su:
Read More

La depilazione laser definitiva per gli sportivi

Condividi su:

I vantaggi e l’importanza dell’epilazione nello sport

depilazione laser per sportivi

Per quanto riguarda la depilazione laser definitiva per gli sportivi, è bene premettere che si tratta di una scelta da effettuare solo dopo un’attenta valutazione da parte del dermatologo o del chirurgo estetico. Gli specialisti dello Studio Medico Aloé di Roma posseggono tutte le conoscenze, le tecniche e gli strumenti idonei per vagliare ogni caso specifico e indicare se la pratica della depilazione tramite laser, disponibile presso lo Studio, sia la più adatta e quindi dare il via in tutta sicurezza al trattamento previsto.

La ragioni valide per sottoporsi alla depilazione definitiva nello sport sono molteplici e riguardano sia uomini che donne, a tutti i livelli di pratica, in base anche alla precisa disciplina sportiva, che può essere agonistica o amatoriale.

Innanzi tutto vi è una evidente questione di comfort derivante dal fatto i moderni indumenti sportivi professionali sono costituiti da fibre tecniche e risultano per la maggior parte di tipo attillato. Nasce quindi la necessità di eliminare lo strato di pelo che interferisce nella normale aderenza e che spesso provoca una serie di problematiche quali sfregamenti, irritazioni cutanee e anche vesciche.

Un altro motivo fondamentale per cui si ricorre alla depilazione laser definitiva è legato alla questione degli infortuni. Negli sport in cui vi è spesso il rischio di incidente, come per i ciclisti, quindi la depilazione diminuisce la possibilità di ferite sporche e garantisce il recupero rapido dalle abrasioni della pelle. Inoltre, sullo stesso tema, l’assenza di peluria aumenta l’effetto di tutte le pratiche di massaggio e fisioterapia inerenti il recupero della muscolatura e delle articolazioni, favorendo allo stesso tempo la migliore posa di creme e prodotti specifici per il benessere del corpo.

Per quanto riguarda gli sportivi professionisti, o chiunque faccia delle gare sportive, non si può non considerare l’aspetto dell’aerodinamica. Infatti, come avviene per gli atleti del nuoto, si tende alla depilazione di tutte quelle parti del corpo non coperte dal costume, in modo da guadagnare quelle frazioni di secondo che in agonismo fanno senza dubbio una differenza tale da poter compromettere una vittoria o un piazzamento. La depilazione definitiva, quindi, è consigliata per avere un corpo privo di attrito dovuto al proprio pelo.

Clicca qui e SCOPRI IL NOSTRO TRATTAMENTO DI EPILAZIONE LASER e le OFFERTE PENSATE PER TE!

Trattamento di depilazione laser a diodo

Gli esperti dello Studio Medico Aloé possono eseguire nel migliore dei modi e con la strumentazione più avanzata la depilazione laser definitiva per gli sportivi a Roma.

Dopo aver vagliato eventuali controindicazioni dovute a collagenite, herpes, tumori della pelle, malattie autoimmunitarie e altre patologie, si può procedere con il trattamento.

Esso consiste in un’applicazione di laser a diodo in cui la luce viene assorbita dal pigmento presente nei bulbi piliferi, il tutto per una frazione di secondo, il tempo necessario per vaporizzare il relativo pigmento, naturalmente su una zona ben precisa e circoscritta.

In generale sono occorrenti almeno 6 o 8 sedute applicative per un risultato ottimale, con degli intervalli misurati sul tempo delle naturale ricrescita del pelo, solitamente e in base alla zona, fra le 4 e le 8 settimane.

Nelle due settimane antecedenti il trattamento con laser a diodo il paziente non deve fare cerette, strappare i peli o sottoporsi a elettrolisi, mentre due giorni prima dell’applicazione può e deve depilare la zona con rasoio, forbici o crema depilatoria, in modo da preservare la presenza del bulbo.

Onde evitare disturbi e fastidi durante il trattamento si può utilizzare una crema anestetica un’ora prima dell’applicazione in modo da eliminare ogni spiacevole effetto; inoltre il paziente deve coprirsi gli occhi con appositi occhiali mentre è in azione il laser.

Subito dopo l’effetto del laser vi possono essere lievi arrossamenti e bruciori sulla superficie cutanea interessata che tuttavia regrediscono nel giro di 12/24 ore.

In rarissimi casi e in base alla colorazione della pelle possono crearsi delle piccole vescicole che scompaiono entro 2/3 giorni o anche macchie sulla cute che tuttavia vengono riassorbite entro due o tre mesi.

Lo Studio Medico Aloè si trova a Roma in Via dei Gelsi 140 zona Centocelle, facilmente raggiungibile dalle zone di Roma Est: Prenetino, Collatina, Alessandrino e Torre Maura;

Per prenotare la prima consulenza gratuita potete contattarci al numero: 06.16416218406.164162574  388.4533161 o tramite email all’indirizzo: studiomedicoaloe@gmail.com.

Studio Medico Aloè, la Sicurezza di uno studio medico!

Per conoscere il nostro metodo di Epilazione Laser Clicca qui!

 

 

Condividi su:
Read More