Benvenuto allo Studio Medico Aloè

Orari d'apertura : Lunedì - Venerdì: 9:00-20:00 / Sabato: 9:00 - 13:00
  Contattaci : 06.164162184

All Posts Tagged: menopausa

TUINA E MENOPAUSA

Condividi su:

La rubrica di Aloè: Oggi parliamo di Tuina e Menopausa

La Menopausa è un processo ormonale complesso e che si manifesta in modo diverso da donna a donna e a volte non si ha nessuna manifestazione fisica. Pur conoscendo che prima o poi si presenterà questo momento, le donne non sono sempre preparate; non solo il cambiamento fisico che se ne consegue è importante e spesso ci “si ritrova a disagio con il proprio corpo”!

Condividi su:
Read More
Ecografia ginecologica

Ecografia ginecologica, l’esame indicato a tutte le età

Condividi su:

Nella prevenzione delle malattie della donna, la diagnostica strumentale con ecografia ginecologica ha una grande importanza: il controllo strumentale ginecologico dovrebbe essere una routine dall’adolescenza all’età adulta, comprendendo tutte le tappe della vita della donna come la gravidanza e la menopausa. Sottoporsi agli esami ginecologici solo in presenza di segnali di allarme, quindi, non è il giusto modo di intendere il concetto di prevenzione.

Condividi su:
Read More
Prevenzione osteoporosi in menopausa

Pedane vibranti ed esercizio fisico per il trattamento chinesiologico dell’osteoporosi post-menopausa

Condividi su:

Oggi parliamo di prevenzione osteoporosi in menopausa e più precisamente di Pedane vibranti ed esercizio fisico per il trattamento chinesiologico dell’osteoporosi post-menopausa

L’impiego integrato delle pedane vibranti, nella prevenzione dell’osteoporosi, assume un ruolo importante in quanto salvaguarda la massa ossea, consentendone la conservazione in termini fisiologici. Vari studi sulla perdita di massa ossea hanno messo in correlazione la dose somministrata di vibrazioni e la risposta del tessuto osseo in un campione di donne in post-menopausa.

Condividi su:
Read More
Osteoporosi e menopausa

Esercizio propriocettivo e di equilibrio per il trattamento chinesiologico dell’osteoporosi post-menopausa

Condividi su:

Oggi parliamo di Osteoporosi e menopausa

Esercizio propriocettivo e di equilibrioA seguito di fratture delle vertebre, il collassamento di uno o più segmenti ossei può determinare alterazioni della fisiologia del rachide e delle sue curve con compromissione della capacità di equilibrio. Inoltre, la conseguenziale ridotta sensibilità dei propriocettori situati nei muscoli paravertebrali non permetterà al soggetto di mantenere correttamente il tronco in posizione eretta, incrementando in questa maniera il rischio di possibili cadute. In questo caso tornano estremamente utili le tecniche chinesiterapiche di rieducazione posturale.

Questi esercizi basano la loro efficacia sulla stimolazione della propriocettività e dell’equilibrio ed andrebbero eseguiti preferibilmente a piedi nudi. Scendendo nel particolare con degli esempi di esercizi per il miglioramento dell’andatura e dell’equilibrio: esecuzione di molteplici andature utilizzando una base d’appoggio il più possibile stabile ed allargata, variando le modalità esecutive e la direzione del cammino, eseguite tanto sui talloni e sugli avampiedi quanto sull’istmo e sull’arco plantare interno, con piccoli salti oppure spostando il baricentro e riducendo la base d’appoggio (distribuendo asimmetricamente il peso corporeo e trasferendo il carico da una gamba all’altra) e sfruttando anche l’azione coordinata degli arti superiori.

In ottica integrativa od alternativa ai classici protocolli di attività fisica adattata risulta utilissima anche l’IDROCHINESITERAPIA, ovvero l’esercizio fisico svolto in acqua (preferibilmente con il livello del liquido all’altezza del processo xifoideo), poiché non sempre l’esercizio fisico adattato contro gravità è applicabile alle persone anziane. La maggiore instabilità imposta dall’ambiente acquatico stimola l’utilizzo della muscolatura posturale e la capacità propriocettiva per mantenersi in equilibrio, costringendo il soggetto ad un maggior controllo del movimento: inoltre il lavoro svolto in acqua, a causa della maggiore resistenza opposta dal mezzo all’esercizio fisico, determina indirettamente anche il potenziamento muscolare e, grazie all’interazione muscolo-tendine-osso, produce effetti positivi sulla risposta osteogenica.

Sebbene sia credenza diffusa, studi condotti su gruppi di nuotatori hanno dimostrato come l’attività fisica svolta in ambiente acquatico non sia pregiudizievole nei confronti della densità ossea dei soggetti, anche se non costituisce la migliore pratica nella prevenzione dell’osteoporosi. Grazie ad altre evidenze scientifiche sono stati dimostrati, invece, il miglioramento evidente della capacità di equilibrio e la drastica riduzione del rischio di cadute a seguito di protocolli di esercizio fisico ad elevata intensità somministrati in acqua, sottolineando altresì l’estrema efficacia dell’accoppiata tra potenziamento muscolare ed esercizi propriocettivi. (osteoporosi e menopausa)

LUCA DI MARCO
Laureato in Attività Motoria Fisica Adattata

Presso il nostro centro, operatori sportivi specializzati in Medical Fitness ti seguiranno con programmi personalizzati. L’impegno del nostro centro è rivolto a garantire alla persona seguita benessere fisico, per ritrovare armonia con il proprio corpo. (Oggi Luca di Marco ci ha parlato di osteoporosi e menopausa)

Ci trovi a Roma, in Via dei Gelsi 140, zona Centocelle. Ti aspettiamo!

 

Osteoporosi e menopausa
Studio Medico Aloè
Osteoporosi post  menopausa

Condividi su:
Read More

Trattamento chinesiologico dell’osteoporosi post-menopausa: Esercizio fisico di forza e potenza

Condividi su:

LUCA DI MARCO
Operatore Medical Fitness

Diversi studi hanno confermato come gli esercizi di forza e potenza con l’utilizzo di sovraccarichi esterni consentano di prevenire e di trattare in maniera estremamente efficace l’osteoporosi.
Considerando però che tale patologia generalmente è associata ad un’età avanzata del soggetto colpito, con tutte le problematiche dell’apparato locomotore che l’anzianità comporta (paramorfismi/dismorfismi osteo-muscolo-scheletrici, limitazioni articolari legate a processi osteodegenerativi meccanici e/o reumatici, ernie discali etc.), l’attività fisica proposta sarà quanto più possibile adattata alle condizioni di partenza del soggetto.

A detta degli autori, il lavoro fisico più raccomandato per tutelare la densità ossea del rachide è quello di tipo misto, ovvero l’associazione di esercizi aerobici con quelli di forza. La somministrazione degli esercizi di forza stimola l’osteosintesi grazie alle contrazioni trasmesse all’osso tramite le forze miotendinee applicate, limitatamente però al distretto corporeo sollecitato.

Evidenze scientifiche hanno mostrato come un programma di esercizi di forza, che comprenda un’intensità sia moderata che elevata (dal 70 al 90% di 1RM), dalle 3 alle 4 serie, con 8-12 ripetizioni per ogni esercizio, eseguite 2 o 3 volte a settimana, con una durata di oltre un anno, abbia comportato un miglioramento della densità ossea dell’anca e del femore nelle donne in post-menopausa. Questi stessi studi hanno dimostrato come gli esercizi dinamici ad alta intensità e di breve durata (max 6 ripetizioni per serie) siano altamente specifici nella stimolazione osteogenica e nell’incremento della densità ossea, grazie alla sollecitazione specifica delle fibre muscolari di tipo II che stimolano selettivamente il  metabolismo osseo.

LUCA DI MARCO
Laureato in Attività Motoria Fisica Adattata

Presso il nostro centro, operatori sportivi specializzati in Medical Fitness ti seguiranno con programmi personalizzati. L’impegno del nostro centro è rivolto a garantire alla persona seguita benessere fisico, per ritrovare armonia con il proprio corpo.

Ci trovi a Roma, in Via dei Gelsi 140, zona Centocelle. Ti aspettiamo!

 

Condividi su:
Read More